Fano, Un progetto di Scuola Sicura

Nessuno sa cosa fare in caso di incidente! Una persona formata al primo soccorso può fare la differenza!

Fano, è partito Sabato 3 dicembre presso il Liceo Nolfi il progetto Scuole Sicure promosso dalla Società Nazionale di Salvamento Sezione di Fano.

E’ un progetto di grande valore etico e morale volto alla divulgazione della cultura del primo soccorso nei giovani e della consapevolezza che tutti possiamo salvare una vita.

Relatori:

Lorenzo Tricarico Direttore Salvamento e Formatore Nazionale Salvamento Agency

Antonio Dottori Medico Specialista in Medicina di Urgenza e Pronto Soccorso

Simone Paolucci Istruttore Salvamento e Counselor

Tommaso Fulvi Istruttore BLS-D Salvamento Agency

Venturini Thomas Istruttore BLS-D Salvamento Agency

Aloisio Gomes Istruttore Salvamento e Biologo Marino

Referente Scuola Prof. Luciano Marcantoni

Un primo gruppo del Liceo Classico e Linguistico (NOLFI di Fano ) sarà formato durante l’orario scolastico al primo soccorso e alle tecniche di BLS E BLS-D (adulto e pediatrico) con l’abilitazione all’utilizzo del defibrillatore semiautomatico esterno. I corsi sono tenuti da istruttori accreditati, medici, con l’intervento di counselor  che tratteranno tematiche relative allo stress/rescue e biologi marini per la parte di prevenzione dell’ambiente marino.

A fine percorso gli studenti sapranno gestire un’emergenza/urgenza, riconoscere una persona colta da arresto cardiaco improvviso, utilizzare un defibrillatore semiautomatico esterno, saper effettuare una rianimazione cardio polmonare e le manovre di primo soccorso!

L’obiettivo primario è sensibilizzare la popolazione alla prevenzione e alla sicurezza, formare i giovani per garantire soccorsi tempestivi ad una vittima sin dai primi minuti per ridurre i danni permanenti dovuti al ritardo nel soccorso. Educare i giovani alla cultura del volontariato di Protezione Civile.

Perché lo facciamo?

foto-aci

In Italia muoiono per arresto cardiaco  circa 70.000 persone all’ anno,  l’80% di questi casi avviene fuori dall’ospedale e soprattutto in casa, inoltre la mortalità generale nel nostro paese è per il 43% legata alle malattie cardiovascolari!! Dati ISS.

Purtroppo solo il 5% di queste persone sopravvive se non soccorse in tempo con una RCP (Rianimazione Cardio Polmonare) precoce.

Spesso questi tragici eventi avvengono in presenza di testimoni, che molte volte si limitano ad allertare il soccorso medico d’emergenza. Purtroppo le statistiche evidenziano che senza un primo soccorso con una rianimazione cardiopolmonare precoce, la percentuale di sopravvivenza della vittima colpita dall’arresto cardiaco non supera il 5%.

La percentuale di sopravvivenza di una persona colpita da arresto cardiaco improvviso, diminuisce del 10% ogni minuto.

Una RCP precoce può salvare la vita, tutti possono salvare una vita imparando le manovre di base e non è necessario essere un sanitario!

e-una-questione-di-temposopravvivenza-scala-aciLa chiave del successo è la velocità di intervento!

L’ossigeno nel sangue è sufficiente per mantenere in vita una persona per circa 10 minuti, ma dobbiamo iniziare subito il massaggio cardiaco per garantire un circolo artificiale del sangue e scongiurare i danni celebrali irreversibili.

E’ qui che una persona formata può fare la differenza!!


RISULTATI ATTESI
: la possibilità che la scuola riesca a formare i giovani alle manovre Salva Vita, aiuta noi a diffondere la cultura e la consapevolezza che tutti possiamo salvare una vita umana! Si calcola che se si riuscisse a diffondere in modo capillare il defibrillatore e la formazione al suo utilizzo, si potrebbero salvare circa 50.000 persone all’anno. A fine percorso relazioneremo sull’attività svolta dandone comunicazione alla stampa, web e social.

cats

Vogliamo rendere scuole, mense, impianti sportivi, piscine, palestre, luoghi pubblici, uffici, negozi, case

+ SICURI

 

Responsabile del progetto Lorenzo Tricarico Direttore Società Nazionale di Salvamento Sezione di Fano Pesaro
salvamentofano@gmail.com 3293439068

Lavori a scuola, sei un genitore, ti interessa portare questo progetto nella tua scuola gratuitamente, scrivi a salvamentofano@gmail.com

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *